1. Gli studi

Ho conseguito la Maturità Classica presso il Liceo Massimo D’Azeglio di Torino, assoltogli obblighi di leva presso il Terzo Battaglione dell’Arma dei Carabinieri a Milano. Ho frequentato la Facoltà di Lettere e Filosofia all’Università di Torino, ma mi sono fermato a un passo dalla Laurea in Storia Contemporanea.

2. Percorso professionale

Dal 1987 al 1989 ho collaborato con la redazione giornalistica di Radio Proposta, l’emittente radiofonica allora di proprietà dei Salesiani di Don Bosco e dell’Arcidiocesi di Torino.

A Radio Proposta, sotto la direzione di Caterina Cannavà, ho condotto una rassegna stampa settimanale e seguito, come corrispondente, l’attività politica al’interno dell’Università torinese.

Dal 1989 ho inziato a collaborare anche con la Voce del popolo, il settimanale diocesano torinese diretto da Mons. Francesco Peradotto e Marco Bonatti, diventando poi pubblicista.

Nel 1990 conduco, per la Voce del popolo, un’inchiesta sui costi delle opere pubbliche torinesi relative ai Campionati Mondiali di Calcio di Italia 90. L’inchiesta viene ripresa anche su scala nazionale da alcuni giornali quotidiani e periodici.

Tra il 1989 e 1990 Collaboro anche con alcuni magazine dell’area metropolitana torinese, uffici stampa di enti pubblici (Provincia di Torino e Ente Fiere Torino Esposizioni) e con Avvenire (il quotidiano della Conferenza Episcopale Italiana), in particolare curando le storie di copertina degli inserti Chatolica, Agorà e Famiglia e Società (caporedattori: Marina Sisti, Guido Gazzaneo, Maurizio Beretta, Francesco Ognibene).

Nel 1990 vengo assunto dalla NOVA-T, il centro di produzione tv di proprietà dei frati cappuccini, con il compito di scrivere testi per brevi servizi giornalistici distribuiti dal circuito di tv cattoliche CORALLO.

Nel 1992 ricopro il ruolo di aiuto regista al fianco di professionisti come: Carlo Ausino, Sergio Ariotti, Guido Boccaccini, Enrico Carlesi, Pit Formento.

Dal 1994 al giugno 2014 seguo in prima persona l’intera produzione dei progetti che mi vengono affidati.

Nei 23 anni all’interno della NOVA-T, sono oltre un centinaio i programmi (documentari, fiction, reportage, webserie, webdoc, cartoon) firmati sia a livello di ideazione, che di sceneggiatura e regia.

Per la la NOVA-T ho seguito (direttamente, per le proprie competenze, o indirettamente, al fianco di tecnici specializzati) tutte le fasi di costruzione del progetto audiovisivo: dall’ideazione, alla definizione del budget, dalla sceneggiatura, alla regia, alla post-produzione e alla distribuzione.

Le produzioni della NOVA-T mi hanno portato a lavorare in numerosi paesi dell’Africa, dell’Asia e dell’America Latina, lavorando sia con troupe sia italiane che straniere.

Grazie a delle co-produzioni promosse dalla NOVA-T, ho collaborato anche con altre realtà del mondo della produzione audiovisiva italiana quali : Stefilm Torino, Fert Rights Torino, Aranciafilm Bologna, Enanimation Torino.

Dal 2011 al 2014, presso la FERT di Torino, ho rappresento la NOVA-T, all’interno di un progetto europeo a sostegno della realizzazione di progetti per l’innovazione del documentario transmediale (www.trancemedia.eu)

Dal 2012 al 2014, nell’ambito dell’attività di promozione dell’attività editoriale della NOVA-T,  ho collaborato con il sito de La Stmpa, Vaticaninsider, e la rivista dell’ Edizioni San Paolo, Credere.

Nel corso del 2014 la NOVA-T inizia a ridurre il personale in prospettiva della cessazione della sua attività (avvenuta nel corso del 2015), e vengo licenziato.

Dal luglio 2014 ho iniziato a collaborare a progetti documentari, cinematografici e web con la Lunafilm di Torino, l’Associazione Culturale Kosmoki e la fashion factory Fioredentro.

In occasione dell’Ostensione della Sindone del 2015, ho curato la sceneggiatura e la regia del film documentario “La passione e la ragione“, prodotto da LunaFilm di Torino, presentato al Photolux Festival di Lucca nell’ottobre del 2015.

Nell’ aprile del 2015, in occasione del novantesimo dalla morte di Pier Giorgio Frassati, in compagnia del giornalista-scrittore Francesco Antonioli, ho realizzato un reportage dal titolo “Chi è Pier Giorgio Frassati”, prodotto dall’Azione Cattolica diocesana di Torino.

Dal marzo al luglio 2015 sono stato stato inserito nello staff che, attraverso la Cooperativa Sociale “Verso l’alto”,  ha gestito Bookshop Ufficiale dell’Ostensione 2015 .

Nel dicembre 2015, ho realizzato, per l’Azione Cattolica di Torino, il primo webdocumentario sulla figura di Pier Giorgio Frassati.

Dal gennaio 2016 lavoro come free lance.

Da maggio a dicembre 2016 ho avviato l’Ufficio Stampa e Comunicazione Web della società medicale italo-francese Respiraire.

Nel luglio 2016, in collaborazione con la casa editrice Autori Riuniti, ho dato vita al BookPostino, una figura che ha l’obiettivo di creare una distribuzione libraria alternativa, prima a Torino e poi nel resto del paese.

Da gennaio 2017 sono stato inserito, come copywriter,  nel gruppo di lavoro che segue le produzioni video e web di Kosmoki (www.kosmoki.com)

3. Formazione e insegnamento

Nel percorso di formazione, che dal 1994 non si è mai interrotto, sono da segnalare la frequentazione della Scuola Holden di Torino, i Workshop dell’ Alba Film Festival e di Documentary in Europe di Bardonecchia, le Giornate Europee dell’Audiovisivo di Torino.

Sono stato coinvolto come esperto di storia della tv e linguaggio televisivo, all’interno dei corsi di formazione all’uso dei media, tenuti dalla NOVA-T.

Nel 2007-2008 ho tenuto una docenza in Organizzazione della produzione televisiva presso il centro di formazione CSEA di Torino.

Dal 2008 al 2011, per conto della Fondazione Cruto di Piossasco (Torino), ho tenuto corsi di regia, di ripresa e di montaggio.

Dal 2008 al 2015  sono presidente dell’ Associazione nazionale del cinema missionario di Torino, la cui finalità è il recupero, il restauro, la digitalizzazione e la distribuzione gratuita e on-line, degli archivi in pellicola degli ordini religiosi che hanno operato in terra di missione.

Dal marzo 2015 al luglio 2015, sono stato docente nel corso di Videomaking presso la Fondazione ITS Piemonte, di Torino.

4. Alcuni dei programmi realizzati

A. Tra le produzioni documentaristiche e i reportage curati dal 1997 a oggi segnalo l’ideazione e la regia di:

– due episodi della serie tv People and places of Africa (13×30’) per il distributore statunitense Powersport International (episodi girati in Capo Verde e Etiopia).

– due episodi della serie tv Forgotten Wars (6×30’) per il distributore italo-statunitense GA&A (episodi girati in Somalia ed Eritrea).

Italiano d’Argentina e Il volto triste di Buenos Aires (2×25’) in co-produzione con RAI Dipartimento Scuola Educazione

– La serie tv ZOOM l’occhio del mondo (50×5’) per l’emittente SAT2000 (oggi TV2000)

Yanomami il popolo della foresta (60’) per il distributore Powersport International.

Storie dell’altro mondo (25’) per Missio 2000 (in occasione del Grande Giubileo)

Bambini di Guinea (15’) per l’ONG di Bergamo Amici della Guinea Bissau (girato in Guinea Bissau)

– due episodi della serie tv L’arte di vivere (6×60) per l’emittente tv SAT2000 (girato in Germania, Austria e Russia)

Sii patriota uccidi un prete, (25’) in co-produzione con la Compagnia di Gesù per il distributore italo-americano GA&A

Non sono una soubrette, il primo telepredicatore della Rai. (60’), in co-produzione con RAISatExtra

Una giornata al Concilio, (60’) per il distributore italiano HDH

Benvenuti alla Sacra di San Michele, (30’), per la Regione Piemonte Assessorato al Turismo

Il nemico del mio nemico è mio amico (50’), in collaborazione con Stefilm International per il distributore italiano MM Communication and Media Consulting (girato in Iraq)

Tra acqua e cielo, (60’) in co-produzione con la Kroma Vision (Brasile)

B. Cartoon in animazione, come autore e sceneggiatore:

Un mistero dopo l’altro, la Sindone raccontata ai ragazzi (2’30” x 26), coprodotto con Enarmonia. In onda su Rai1 e Rai2. Distribuito in edicola e libreria da Edizioni San Paolo.

Puntata pilota de Le 1000 storie di Frate Indovino (3’), prodotto da Edizioni Frate Indovino e trasmesso il 24-12-2011 su Rai1.

C. Fiction per la tv (circuiti minori)

Regia e sceneggiatura di:

Exul immeritus (con Gisella Bein e Marco Morellini)

Don Niente (con Andrea Bosca e Mario Scarabelli)

La mia canzone (in collaborazione con il Teatro Stabile di Catania e la Film Commission di Ragusa)

Maruzzedda (in collaborazione con il Teatro Stabile di Catania)

D. Webserie

Occhi al cielo – citofonare parrocchia (con Stefano Dell’Accio, Tony Mazzara, Roberto Accornero, Paola Roman) una webserie (12×3) dal forte sapore comedy, ambientata in un ufficio parrocchiale.

Occhi al cielo, Seconda Stagione (24×2) (www.occhialcielo.it)

E. Webdoc

Dio esiste, ma non ne ho le prove (produzione NOVA-T – Fert Rights, distribuito da LaStampaweb ) è il primo web documentario dedicato alla Sindone di Torino, visibile su http://www.lastampa.it/vaticaninsider/ita

Pier Giorgio Frassati, uno sguardo oltre (produzione Azione Cattolica di Torino), visibile su www.piergiorgiofrassati.info

F.  allestimenti museali

Il MUMA (Museo Missioni Amazzonia) di Assisi, è il primo museo missionario interattivo d’Europa. Ne ho curato tutta la realizzazione video e il concept narrativo, affiancando Riccardo Mazza, ideatore del progetto.

Per il Museo Giuseppina Bonino di Savigliano ho studiato il completo riallestimento delle sale, completandolo con alcune postazioni multimediali.

5. I premi

Storie dell’altro mondo:

– vincitore di Anteprima Spazio Torino nel 2000

– secondo classificato nella sezione Spazio Torino del Torino Film Festival edizione del 2000

– documentario d’apertura del primo Biancofilmfestival di Perugia
– vincitore di una menzione speciale al 54° festival internazionale del Cinema di Salerno

Un angelo in città:

– vincitore del XX Premio Guidarello, sezione Emilia Romagna La mia canzone:

– menzione speciale al Festival Internazionale del Cinema religioso di Varsavia del 2008

Il nemico del mio nemico è mio amico: – evento speciale a Piemonte Movie 2008

Tra piazze e campanili:

– evento speciale al Piemonte Movie 2009

___________________________________________________________

Cosa sono in grado di fare:

elaborare un progetto, anche multimediale, curarne la creazione, elaborare una strategia distributiva. scrivere una sceneggiatura, un progetto documentario (anche per il web), un cartoon, un reportage, un video istituzionale, creare un percorso museale (anche con contaminazioni multimediali), organizzare un gruppo di lavoro, gestire un budget, coordinare le diverse competenze, fare formazione.Uso con buona disinvoltura la telecamera digitale, mi diletto in post produzione in ambiente Apple.

Cosa vorrei fare da grande:

Sono curioso. Tanto. A volte è un difetto. Qualche volta un pregio. Le novità non mi spaventano. Ho viaggiato molto e continuo a farlo. Per lavoro ma non solo. Con o senza telecamera. Ma sempre con un tablet per fermare i ricordi, le sensazioni, le impressioni.

Carlo Fruttero, scrittore e pensatore torinese, amava ripetere che non capiva il senso della parola “creativo”. Sottoscrivo. Non sono un creativo, più semplicemente cerco modi per comunicare. A volte partendo da quello che mi frulla in testa, più spesso da quello che frulla in teste altrui.

E mi diverte.