TUTTI CILENI (per un giorno)

Da un paio di giorni a questa parte il mondo il cui cuore politico batte a sinistra (compreso il mio) è in festa perché in Cile (18 ore di volo da qui) è diventato Presidente…


LO SCIOPERO È UNA COSA SERIA

Per tutti gli Anni Settanta e fino alla Marcia dei Quarantamila, a casa Altizio, ogni volta che i metalmeccanici proclamavano un’agitazione sindacale, l’aria si faceva tesa. Mio padre era operaio e sindacalista alla Fiat Mirafiori….


IL GLADIATORE NEL PALLONE

È stata come una bufera che non ha risparmiato nessuno, protagonisti e comparse. Come se il mondo, quel mondo che noi percepiamo come tale, avesse all’unisono trattenuto il fiato. Il caso della giornalista molestata in…



GUARIRE DA NOI STESSI

Tutto è iniziato i primi giorni di marzo del 2020 e da allora sono trascorsi diciannove mesi. Solo 19. Eppure ho la sensazione, per nulla piacevole, di avere sempre vissuto così. Possono bastare un anno…



ORGOGLIO SABAUDO

Tre giorni sono del tutto insufficienti per comprendere anche solo gli aspetti più marginali di una città che non ho mai visto prima e che, per di più, visiti con l’occhio disincantato del turista che mette…


L’ALIENO ROLLO

La stagione dell’ “uno vale uno“, del “lo decide la rete” e della mortificazione della competenza dovrebbe essere andata in soffitta. Uso il condizionale perchè la realtà supera sempre la finzione, ma scorrendo le liste…


LA VITA E LA MORTE (in diretta)

All’aereoporto di Kabul è appena scoppiata una bomba, forse due. Si stanno contando i morti. Che si sommano agli altri (tanti, sempre troppi) dei giorni scorsi. Tra poco cominciano i sorteggi di Champions League, l’evento…


COSA SUCCEDERÀ A KABUL?

Avendo viaggiato per il sud del mondo per 25 anni, quando l’opinione pubblica nostrana, attraverso i social, diventa in pochi secondi esperta di geopolitica, grazie a qualche evento che capita lontano dai nostri confini, mi…